Bookmark and Share
HOME Rassegna Stampa LA GRECIA VERSO ELEZIONI ANTICIPATE, LA BORSA DI ATENE GIÙ DEL 10%
Le news più lette
SOROS, L’UE RISCHIA IL CRACK, BERLINO AIUTI. MERKEL, SARÀ PROLUNGATO IL FONDO SALVA BANCHE TEDESCO
  Secondo il tycoon George Soros, l`Ue rischia di essere distrutta dall`incubo della crisi dell`euro. Per questo motivo la Germania deve assumersi la re...

MILANO SNOBBA MINACCIA DI FITCH A USA, SENZA ACCORDO SU DEBITO TRIPLA A A RISCHIO
  Piazza Affari snobba la minaccia di Fitch agli Usa. Se il Congresso degli Stati Uniti non troverà un accordo tempestivo sull`innalzamento del t...

G20 FIDUCIOSO SU FISCAL CLIFF, DUELLO OBAMA/ROMNEY TIENE SULLE SPINE LE BORSE
  I Paesi del G20, secondo una fonte del G20, sono fiduciosi sul raggiungimento di un accordo sul fiscal cliff negli Stati Uniti. Il cosiddetto fiscal c...

Chi siamo

AllServiceFinance opera su tutto il territorio nazionale al fianco di enti, istituti di credito, grandi aziende nella gestione del credito insoluto e nel supporto ad imprenditori ed aziende per la ristrutturazione aziendale e finanziaria.

  Richiesta Contatto
Se vuoi essere contattato per maggiori informazioni sui nostri servizi compila il modulo di richiesta informazioni o telefona allo 080 5520500


Rassegna Stampa


  9 dicembre 2014

LA GRECIA VERSO ELEZIONI ANTICIPATE, LA BORSA DI ATENE GIÙ DEL 10%

Il governo greco ha deciso di anticipare al 17 dicembre le elezioni per il presidente della Repubblica. E` molto probabile che si andrà anche a elezioni generali anticipate a febbraio o a marzo. Il perché è presto detto: nelle prime due votazioni, che si terranno il 17 e il 22 dicembre per eleggere il capo dello Stato occorre una maggioranza dei due terzi, ovvero 200 voti, nella terza, programmata per il 29 dicembre, una maggioranza di tre quinti, ovvero 180 voti. Ma per arrivare a 180, i partiti di governo devono convincere 25 parlamentari dell`opposizione a passare dalla loro parte. Poco probabile che ci riescano. Così tutti danno per certe le elezioni anticipate, come prescrive la legge nel caso in cui alla terza votazione non si riesca a eleggere il capo dello Stato.

Dalle elezioni anticipate dovrebbe uscire vincitore Syriza, il partito di sinistra guidato da Alexis Tsipras. E questa prospettiva fa tremare le borse: Atene crolla del 10%. Ma è difficile che Tsipras riesca a raggiungere il 33,7% (gli utlimi sondaggi lo danno intorno al 27%), la quota minima per ottenere la maggiroanza dei seggi in parlamento. Tsipras dovrà quindi formare un governo di coalizione, inevitabilmente depotenziando la sua portata di novità. In realtà, già da tempo Syriza non è più lo spauracchio dei mercati finanziari, in quanto ha smesso di cheidere l`uscita della Grecia dall`euro. Per quanto riguarda il debito pubblico greco, Tsipras vorrebbe cancellarne un terzo. Il tutto, però, dovrebbe avvenire consensualmente all`interno di una conferenza europeo sul debito (si suppone che la cosa coinvolgerebbe anche l`Italia). In quanto alla Troika, Syriza chiede la fine immediata delle politiche di austerità, ma alla fine, secondo gli economisti di Barclays, dovrà comunque negoziare con la Troika per trovare le risorse necessarie per stimolare l`economia e riportare il salario minimo a 750 euro al mese. Syriza resta sempre un`incognita e nuovi dubbi sulla Grecia potrebbero rimettere in moto una fase di turbolenza sui mercati.



Fonte: www.milanofinanza.it

Torna al sommario


Via E. Pappacena, 22
70024 BARI
Part. IVA 05656010724
Cap. Soc. 600.000 € i.v.

HOME
L'AZIENDA
GESTIONE DEL CREDITO
SUPPORTO AL CREDITO
I NOSTRI PARTNERS
RASSEGNA STAMPA
DOWNLOAD DOCUMENTI LAVORA CON NOI
CONTATTI

Tutti i marchi rappresentati appartengono ai rispettivi proprietari

allservicefinance.it
© All Rights Reserved