Bookmark and Share
HOME Rassegna Stampa IL FTSE MIB RECUPERA TERRENO, KO SAIPEM
Le news più lette
SOROS, L’UE RISCHIA IL CRACK, BERLINO AIUTI. MERKEL, SARÀ PROLUNGATO IL FONDO SALVA BANCHE TEDESCO
  Secondo il tycoon George Soros, l`Ue rischia di essere distrutta dall`incubo della crisi dell`euro. Per questo motivo la Germania deve assumersi la re...

MILANO SNOBBA MINACCIA DI FITCH A USA, SENZA ACCORDO SU DEBITO TRIPLA A A RISCHIO
  Piazza Affari snobba la minaccia di Fitch agli Usa. Se il Congresso degli Stati Uniti non troverà un accordo tempestivo sull`innalzamento del t...

G20 FIDUCIOSO SU FISCAL CLIFF, DUELLO OBAMA/ROMNEY TIENE SULLE SPINE LE BORSE
  I Paesi del G20, secondo una fonte del G20, sono fiduciosi sul raggiungimento di un accordo sul fiscal cliff negli Stati Uniti. Il cosiddetto fiscal c...

Chi siamo

AllServiceFinance opera su tutto il territorio nazionale al fianco di enti, istituti di credito, grandi aziende nella gestione del credito insoluto e nel supporto ad imprenditori ed aziende per la ristrutturazione aziendale e finanziaria.

  Richiesta Contatto
Se vuoi essere contattato per maggiori informazioni sui nostri servizi compila il modulo di richiesta informazioni o telefona allo 080 5520500


Rassegna Stampa


  2 dicembre 2014

IL FTSE MIB RECUPERA TERRENO, KO SAIPEM

Le borse europee aprono la seduta in rialzo dopo il ritracciamento di ieri innescato dal nuovo tonfo del greggio, sceso sui minimi degli ultimi cinque anni. Dopo il declassamento del rating del Giappone da A1 a Aa3 da parte di Moody`s, anche Standard & Poor`s ha sollevato dubbi sulla capacità del premier Abe di risanare i conti pubblici.

In particolare, a meno di due settimane dalle elezioni anticipate, l`agenzia di rating ha sottolineato che la decisione di far slittare di 18 mesi il programmato aumento dell`Iva potrà fornire un aiuto all`economia nel breve termine, ma non c`è garanzia che l`imposizione fiscale aumenti, in quanto il contesto politico potrebbe cambiare dopo il voto del 14 dicembre. S&P ha un rating sovrano pari ad AA- sul Giappone con outlook negativo.

Intanto si registra un`apertura di segno negativo per i governativi tedeschi, a segnalare una certa cautela degli investitori in vista del consiglio di politica monetaria della Banca centrale europea di giovedì e della pubblicazione dei numeri sul mercato del lavoro Usa venerdì. Il rendimento del decennale sale allo 0,75% dopo aver toccato il minimo di sempre ieri allo 0,69%.

Sempre più prossimo a bucare la soglia del 2% il tasso del Btp decennale, sceso ieri fino al 2,002% mentre stamani è pari al 2,02%. Le dichiarazioni di diversi esponenti del consiglio della Bce così come le indagini tra gli operatori di mercato suggeriscono che l`Istituto centrale non dovrebbe muoversi prima di marzo dell`anno prossimo.

Sul listino milanese, con il Ftse Mib che sale solo dello 0,50% a 19.785 punti, Eni si apprezza dello 0,51% a 15,75 euro mentre la controllata Saipem crolla del 6,67% a quota 11,25 euro dopo che il ceo di Gazprom, Alexei Miller, ha confermato che il progetto di costruzione del gasdotto South Stream, a cui partecipa Eni con una quota del 20%, è chiuso, dopo che il presidente russo, Vladimir Putin, ha fatto riferimento a ostacoli sollevati dall`Unione Europea.

A scatenare la reazione di Putin è l`atteggiamento del governo di Sofia che non ha ancora dato il via libera al passaggio del metanodotto sul territorio nazionale. Saipem si è aggiudicata contratti per complessivi 2,4 miliardi di euro (10% del backlog del gruppo e il 13% della raccolta ordini E&C stimata per quest`anno) relativi a South Stream, di cui circa 200 milioni di euro già contabilizzati quest`anno. Il contributo del progetto sui ricavi 2015 è stimato pari a circa 1,8 miliardi di euro.

Ipotizzando un ebit margin del 15%, il contributo a livello di ebit dovrebbe essere pari a circa 270 milioni di euro, pari al 30% dell`ebit 2015 previsto da alcuni analisti. "Sul 2015/2016 le nostre stime incorporano un contributo rispettivamente di 1/0,95 miliardi di euro da South Stream, con un gross margin del 20%, 200/190 milioni", affermano gli analisti di Equita (hold e target price a 17 euro) secondo i quali la notizia riduce la visibilità sulle stime 2015/2016 anche perché, con le penali previste nel contratto in caso di inadempienze, la società riuscirà a recuperare solo una parte dei soldi che sperava di mettere a bilancio nei prossimi anni.

Invece con le immatricolazioni di auto in Italia che hanno registrato un nuovo aumento a novembre, confermando la ripresa vista negli ultimi mesi: le immatricolazioni sono cresciute del 4,95% a 107.965 unità, il titolo del gruppo Fiat-Chrysler (Fca ), che ha visto un aumento del 5,9% a 29.520 veicoli, con una quota di mercato del 27,34% dal 27,11% di ottobre, sale dell`1,18% a 10,32 euro.

Finmeccanica , invece, non beneficia (-0,07% a 7,615 euro) delle indiscrezioni di stampa secondo cui il tandem Insigma-Xinzhu si prepara a presentare un`offerta vincolante entro un paio di settimane per la divisione trasporti del gruppo, Ansaldo Breda e Ansaldo Sts (+0,36% a 8,3 euro).

Attenzione, infine, ad Atlantia (-0,74% a 20 euro) perché Sintonia, la holding che controlla la società, si scioglierà il prossimo giugno e le quote del gruppo autostradale con il meccanismo della scissione proporzionale saranno divise tra i quattro soci della finanziaria: Edizione Holding della famiglia Benetton, Mediobanca , Goldman Sachs e Gic, fondo del governo di Singapore.



Fonte: www.milanofinanza.it

Torna al sommario


Via E. Pappacena, 22
70024 BARI
Part. IVA 05656010724
Cap. Soc. 600.000 € i.v.

HOME
L'AZIENDA
GESTIONE DEL CREDITO
SUPPORTO AL CREDITO
I NOSTRI PARTNERS
RASSEGNA STAMPA
DOWNLOAD DOCUMENTI LAVORA CON NOI
CONTATTI

Tutti i marchi rappresentati appartengono ai rispettivi proprietari

allservicefinance.it
© All Rights Reserved